Il programma

Da sabato 6 aprile prende avvio l'edizione 2019 di Grand Tour, il progetto che conduce alla scoperta di Torino e del Piemonte tra passeggiate e  percorsi in bus, con un programma di quasi 50 proposte fino a luglio.

Due le sezioni del programma: una coglie lo spunto delle celebrazioni per il V centenario della morte di Leonardo da Vinci e una seconda parte è ideata a partire da alcuni significativi appuntamenti culturali e dalle eccellenze della nostra regione.

Ispirati dal grande e poliedrico genio del Rinascimento, alcuni percorsi propongono visite tematiche, a partire dall’importante mostra Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro presso i Musei Reali di Torino, fino ai luoghi che in Piemonte si ricollegano all’artista toscano, direttamente o grazie all’influenza esercitata. Eccezionalmente, due appuntamenti speciali propongono una giornata a Milano, dove Leonardo ha lasciato importantissime tracce del suo lavoro, tra il Castello Sforzesco, la Pinacoteca Ambrosiana e il centro storico.

Altri itinerari rimandano all’influenza che Leonardo ha esercitato in vari settori sulle epoche successive, dall’arte alla scienza, per poi spaziare e interpretare il patrimonio della nostra regione guidati dal genio, dalla creatività e dalle scoperte che l’uomo ha sviluppato nei secoli. Ecco allora che sfogliando il programma di questa edizione di Grand Tour si avrà l’occasione di visitare centrali idroelettriche di montagna, palazzi e chiese dalle architetture ardite, antichi borghi e mulini idraulici, aziende specializzate.

E poi ancora appuntamenti alla scoperta delle architetture romaniche tra le province di Torino e Asti, a partire dalla Giornata del Romanico, istituita quest’anno dalla Regione Piemonte il 14 aprile.

Una visita a Vercelli alla mostra La Magna Charta. Guala Bicchieri e il suo lascito. L’Europa a Vercelli nel Duecento in corso presso lo spazio Arca, in occasione degli 800 anni dalla fondazione della Abbazia di Sant’Andrea.

Tre nuovi itinerari di BiblioTour, il progetto promosso dalla Regione Piemonte: condurranno il pubblico a Ceva, con lo scrittore Gianni Farinetti, ad Alba tra antichi percorsi sotterranei e il Centro Studi Beppe Fenoglio, o ancora tra i paesaggi canavesani di Villa Flecchia e il Castello di Masino.

Non resta che scegliere tra le tante proposte. Le prenotazioni ai percorsi saranno possibili da giovedì 28 marzo 2019.

Regolamento di adesione ai percorsi

Il programma è suddiviso in due sezioni: le passeggiate in Torino e gli itinerari in Piemonte. Gli appuntamenti sono presentati in ordine cronologico a partire dalla prima data di svolgimento. Le visite sono accompagnate da guide e accompagnatori turistici o dai volontari delle associazioni culturali e si svolgono in lingua italiana.

Le schede dettagliate sugli itinerari si possono consultare su www.abbonamentomusei.it

La prenotazione agli itinerari è obbligatoria

La conferma della prenotazione avviene con il pagamento della quota di partecipazione entro 10 giorni dalla prenotazione e può essere effettuata presso Infopiemonte. Per chi sceglie la modalità on line il pagamento avviene tramite carta di credito contestualmente alla prenotazione.

Come partecipare

E’ possibile prenotare:

  • tramite il numero verde 800.329.329 attivo tutti i giorni dalle 9 alle 18
  • recandosi presso Infopiemonte, via Garibaldi angolo piazza Castello, Torino, aperto tutti i giorni dalle 9 alle 18
  • collegandosi al sito internet www.abbonamentomusei.it

Le prenotazioni si chiudono due giorni prima della data dell’itinerario.

La quota di partecipazione comprende

Trasporto in bus riservato (dove previsto) e relativo accompagnamento turistico e visite guidate in loco. I possessori di Abbonamento Musei Piemonte hanno sempre diritto ad uno sconto del 20% sulle passeggiate e sui percorsi in regione.

Il pranzo è libero. Solo per gli itinerari  contrassegnati dal simbolo del ristorante la quota comprende il pranzo con prodotti tipici.

La quota di partecipazione non comprende

Biglietti di ingresso a musei e siti a pagamento, animazioni, degustazioni, altri mezzi di trasporto previsti durante la visita quali ad esempio battelli/funicolari (salvo diversamente esplicitato).

Se il museo aderisce all’Abbonamento Musei Piemonte gli abbonati con la carta in corso di validità hanno libero accesso.

Partecipare con i mezzi propri

È possibile partecipare agli itinerari utilizzando i mezzi propri. Eventuali eccezioni saranno comunicate in fase di prenotazione. Anche in questo caso la prenotazione è obbligatoria con le stesse modalità. La quota di partecipazione è di 10 €.

Gratuiti

I bambini fino a 6 anni hanno diritto alla gratuità per tutti i percorsi. Le persone con disabilità e loro accompagnatori hanno diritto alla gratuità per le passeggiate a Torino.

Riduzioni

Persone con disabilità e accompagnatori: per la partecipazione è richiesto il pagamento di una quota pari a 10 € per i percorsi con bus in regione. Al momento del pagamento è necessario recarsi con copia del verbale di invalidità o il tesserino presso InfoPiemonte per ritirare la conferma della prenotazione. Altri costi indicati nelle note dei percorsi sono sempre a carico del partecipante.

All’atto della prenotazione, per una migliore organizzazione della visita, si prega cortesemente di segnalare la presenza della persona disabile e del suo accompagnatore. Per gli itinerari in pullman indicati come accessibili ai disabili il pullman sarà attrezzato con due posti. Altre persone con disabilità possono raggiungere il gruppo con mezzi propri

Note

Le quote di partecipazione non sono rimborsabili

Programma