Descrizione

All’interno della mostra Espressioni che caratterizza le attività del Castello di Rivoli negli anni 2021-2022, il Castello di Rivoli presenta il progetto personale dell’artista concettuale e interdisciplinare Agnieszka Kurant (Lódz, Polonia, 1978), Crowd Crystal.

Il titolo trae ispirazione dal concetto di “crowd crystals” che lo scrittore Elias Canetti introduce nel libro Massa e potere (1960). Nella sua ricerca, Kurant riflette sul potenziale insito in ciascuno di noi capace di influenzare il cambiamento sociale all’interno di una collettività, in particolare all’interno del mondo digitalizzato. L’artista analizza le trasformazioni dell’essere umano e il possibile futuro del lavoro e della creatività nella nostra epoca, mettendo in discussione il concetto di autorialità individuale e riflettendo sulla nozione di traccia, quale attualizzazione di impronta preistorica lasciata dai nostri antenati, che ciascuno lascia ora nel mondo digitale.

Crowd Crystal consiste in installazioni, dipinti e sculture in evoluzione. Le opere indagano l’impatto dei fenomeni di intelligenza collettiva in natura, nella cultura e nelle intelligenze non umane – dai batteri e altri organismi unicellulari fino all’intelligenza artificiale. Le opere inedite in mostra riflettono sulla quantificazione delle espressioni dei sentimenti e delle emozioni e sullo sfruttamento delle energie e del capitale sociale estratto dagli algoritmi predittivi nella nostra epoca contemporanea.

Le opere in Crowd Crystal reagiscono fisicamente ai cambiamenti nella società, come i dipinti Conversions (Conversioni, 2019-2021) che, prelevando gli stati d’animo delle persone nel mondo attraverso “data mining” dei loro ‘social media’, cambiano aspetto costantemente davanti ai visitatori mostrando gli effetti dell’intelligenza collettiva nel mondo tecnologico contemporanea. In Chemical Garden (Giardino chimico, 2021) l’artista si propone di influenzare la formazione di un giardino chimico, costituito da cristallizzazioni di sali che assumono forme vegetali e biomorfe, attraverso la raccolta di dati nella società e creando un confronto e una connessione tra le firme digitali (impronte digitali) e le biofirme degli organismi (fossili chimici) in geologia.

Crowd Crystal presenterà inoltre due sculture della serie Post-Fordite (2019-2020), costituite da quella che viene comunemente chiamata “Fordite” o “agata di Detroit”, una formazione che appare geologica, ibrida naturale-artificiale, creata dall’accumulo di vernice automobilistica fossilizzata nelle fabbriche abbandonate della città del Michigan.

Il Castello di Rivoli produce infine l’opera inedita Adjacent Possible (Possibile adiacente, 2021), una serie di opere su pietra di Luserna che propongono una riflessione sui segni delle caverne paleolitiche che nel corso dei secoli sono state colonizzate da batteri e funghi colorati sostituendo i pigmenti originari. Nello sviluppo di questo progetto, l’artista applica una rete neurale artificiale a un archivio di migliaia di fotografie che riproducono le varie iterazioni di 32 segni grafici documentati nelle grotte in Europa e in Asia dalla paleoantropologa Geneviève von Petzinger e dando così vita ad altri potenziali segni e forme di espressione. Attraverso la collaborazione con biologi sintetici, l’artista realizza nuovi dipinti utilizzando batteri, funghi e licheni come colori di pigmenti vivi.

Scopri la sezione di Espressioni dedicata a Bracha L. Ettinger

In abbonamento

Condividi   

Info

Sede
Castello di Rivoli
Indirizzo
Piazza Mafalda di Savoia
Comune
Rivoli
Provincia
TO
Telefono
011 9565222

Orario

Date
04/11/2021 - 27/02/2022
Orario

giovedì-domenica: 11.00-19.00

chiuso dal lunedì al mercoledì

* Per aperture e chiusure straordinarie e durante le festività contattare il museo.

Tariffe

Abbonamento Musei
ingresso libero

Mostre simili

Per la prima volta negli spazi della Fondazione il lavoro di Marisa e Mario si incontra in un percorso unitario, qua...
Leggi di più...
La crisi ambientale è uno dei problemi più urgenti che l’umanità è chiamata ad affrontare in questa epoca. Tra le ca...
Leggi di più...
La Fondazione Cosso propone una grande mostra dedicata ai progetti e al pensiero dell’architetto Paolo Pejrone, laur...
Leggi di più...
Giuseppe ed Eugenio Garrone, Pinotto e Genio, Toto e Neno, così chiamati passando dall’anagrafe, agli amici, agli af...
Leggi di più...