Giacomo Grosso. Una stagione tra Pittura e Accademia

Descrizione

La mostra dedicata a Giacomo Grosso è il secondo appuntamento del ciclo I Maestri dell’Accademia Albertina, promosso e organizzato dal Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto e dalla Pinacoteca dell’Accademia Albertina di Belle Arti e inaugurato, nel 2016, con la rassegna su Andrea Gastaldi.

L’esposizione con oltre 100 opere e curata da Angelo Mistrangelo, si concentra sull’attività pittorica dell’artista, sugli anni d’insegnamento all’Accademia, sulla sua partecipazione ai grandi eventi internazionali e sulla maestria come ritrattista grazie alla quale ottenne maggiore notorietà.

Giacomo Grosso fu uno dei pittori piemontesi più conosciuti e amati nel periodo a cavallo tra Otto e Novecento. Allievo di Andrea Gastaldi e poi, per quarantasei anni, docente di pittura all’Accademia Albertina di Torino, fu Senatore del Regno d’Italia e autore di mirabili opere. Invitato alla Quadriennale di Torino, alle sociali della "Promotrice" e del Circolo degli Artisti, partecipò, molteplici volte, alla Biennale di Venezia, dove il suo nome comparve ben quattordici volte con un corpus di cento opere, ed espose a Parigi, Vienna, Dresda, Buenos Aires e in diverse rassegne internazionali.

Nelle sale della Pinacoteca dell’Accademia Albertina di Belle Arti, attorno all’autoritratto dell’artista, viene descritta l’opera del Maestro Giacomo Grosso, per decenni alla guida della Cattedra di Pittura. In questo contesto si possono scoprire in mostra paesaggi e vedute urbane, bozzetti inediti, nature morte, composizioni floreali, ritratti e nudi femminili, tutte opere di assoluto rilievo. Tra i capolavori allestiti in Pinacoteca spiccano La nuda del 1896, proveniente dalla GAM di Torino, i sontuosi ritratti di Umberto I, della Regina Elena e di Vittorio Emanuele III di Savoia, fino al dipinto su cui Grosso diede l’ultima pennellata poco prima di morire, nel 1938.

Particolarmente affascinante è la sezione Studium, curata dal Direttore Salvo Bitonti e da Fabio Amerio, che propone la ricostruzione dello studio di Giacomo Grosso all'interno dell’Accademia attraverso le sorprendenti fotografie autocrome stereoscopiche scattate all’inizio del Novecento da Ferdinando Fino, mentre un video, realizzato con la collaborazione di Lino Strangis, racconta il mondo pittorico dell'artista con una tecnica raffinata e innovativa («painting motion»).

La storia e il percorso del pittore piemontese, nato a Cambiano nel 1860, comincia idealmente nella Sala del Consiglio del Palazzo Comunale di Cambiano dove è allestita un'ulteriore parte della mostra fino al 7 gennaio 2017.

Sezione del Museo Accorsi-Ometto

Sezione di Palazzo Madama

In abbonamento

Condividi   

Info

Sede
Pinacoteca dell’Accademia Albertina di Belle Arti
Indirizzo
Via Accademia Albertina, 8
Comune
Torino
Provincia
TO
Telefono
011 0897370

Orario

Date
28/09/2017 - 07/01/2018
Orario

lunedì-domenica: 10.00-18.00

mercoledì: chiuso

ultimo ingresso: 17.30

Tariffe

Tariffa evento

intero: € 5,00

ridotto: € 2,50

Abbonamento Musei
ingresso libero

Mostre simili