Piranesi. La Fabbrica dell'Utopia

Descrizione

Con una selezione di oltre 150 opere provenienti dalla Fondazione Giorgio Cini di Venezia e dal Museo di Roma di palazzo Braschi, la mostra illustra l’attività di Giovan Battista Piranesi (1720-1778), il grande incisore e architetto veneto che applicò il vedutismo alla passione per le grandiose rovine di Roma, dove si trasferì nel 1740.

La vasta produzione di acqueforti, caratterizzata da potenti vedute prospettiche e da violenti effetti luministici fecero di Piranesi uno degli artisti più noti in Europa, nel periodo culminante del Grand Tour internazionale. Il percorso tra le sue opere più celebri parte dalle Vedute di Roma, caratterizzate dalle prospettive architettoniche grandiose, prosegue con i fantasiosi Capricci, creati sotto l’influenza di Tiepolo, e le celeberrime visioni delle Carceri, fino alle varie raccolte delle Antichità romane. Un immaginario di grande impatto emotivo per la cultura del tempo, protrattosi fino ai giorni nostri coinvolgendo arte, letteratura, teoria e pratica architettonica, cinematografia.

Il percorso è arricchito dalle versioni tridimensionali di alcune invenzioni di Piranesi ricavate dai suoi progetti di ornato o da opere antiche da lui documentate attraverso le stampe, come il celeberrimo Tripode del tempio di Iside di Pompei, capolavoro divenuto comune nell’arredo neoclassico e Impero.

In abbonamento

Condividi   

Info

Sede
Sale Palatine della Galleria Sabauda
Indirizzo
Via XX Settembre 86 - Biglietteria unica presso Palazzo Reale
Comune
Torino
Provincia
TO
Telefono
011 5211106, 011 5641731 (segreteria)

Orario

Date
06/12/2017 - 11/03/2018
Orario

martedì-domenica: 8.30-19.30

La biglietteria chiude alle ore 18.00 

* Per aperture e chiusure straordinarie e durante le festività contattare il museo.

Tariffe

Tariffa evento

intero: € 10,00

ridotto: € 6,00

Abbonamento Musei
ingresso libero

Mostre simili

Dal 22 giugno 2017 al 28 febbraio 2018 le nove vetrine del primo piano della Galleria Sabauda espongono delle Piccol...
Leggi di più...
La ceramica è «materiale essenzialmente inorganico, non metallico, foggiato a freddo e consolidato a caldo» (Fabbri...
Leggi di più...
La mostra prosegue il percorso avviato dalla mostra presentata al MAO nel 2016 sull’influenza esercitata dall’esteti...
Leggi di più...