Riallestimento della GAM

Descrizione

La GAM – Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino inaugura una nuova esposizione permanente delle sue collezioni con un allestimento innovativo, che abbandona l’ordinamento tematico per offrire al pubblico un percorso che ricompone la storia del primo Museo Civico d’Arte Moderna d’Italia e che racconta la storia dell’arte moderna attraverso le proprie raccolte, le acquisizionie le politiche culturali promossedai suoi direttori, tra i quali Pio Agodino, il primo alla guida del museo, Emanuele d’Azeglio, Vittorio Avondo, Enrico Thovez, Lorenzo Rovere, Vittorio Viale e Luigi Mallé.

Il riallestimento delle collezioni, guidato da Carolyn Christov-Bakargiev, è curato per l’Ottocento da Virginia Bertone con Fabio Cafagna e Filippo Bosco, e per il Novecento da Riccardo Passoni con Giorgina Bertolino.

Il nuovo allestimento della GAM è ordinato secondo 3 linee di lettura: la storia dell’arte, la storia del museo, e il contesto storico, sociale ed economico di Torino nella cornice degli avvenimenti nazionali e internazionali.

Al secondo piano sono esposti dipinti e sculture che accompagnano il visitatore dalla nascita del museo nel 1863 fino ai primi anni del Novecento; al primo piano sono presentate le opere datate dagli anni dieci del Novecento fino alla Pop art, coeva al boom economico degli anni sessanta del secolo scorso. 

La sequenza delle opere e dei capolavori conservati dalla GAM rispecchia i gusti di allestimento dell’epoca: nella seconda metà dell’Ottocento ad esempio i dipinti si allestivano a quadreria su pareti colorate, spesso rosso pompeiano o verde oliva, perché si pensava che per contrasto i dipinti risaltassero come finestre sul mondo. Il museo era uno spazio pubblico: ci si sedeva sulle panchine e si conversava, come in un parco. All’inizio del XX secolo le pareti si schiariscono, si adotta il beige o il grigio quale colore di fondo e nasce il canone dell’allineamento su una sola fila, con le opere una accanto all’altra all’altezza degli occhi.

Gli aspetti innovativi del nuovo ordinamento della collezione comprendono anche la forte presenza di documenti d’archivio che intervallano le opere esposte, di testi di sala che raccontano la storia dell’arte attraverso le opere della GAM, e di “metamusei”: pareti che, attraverso immagini d’epoca e testi, offrono focus di approfondimento sulle vicende artistiche e storiche del museo e della Città, in rapporto agli avvenimenti italiani e del mondo.

In abbonamento

Condividi   

Info

Sede
GAM - Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea
Indirizzo
Via Magenta 31
Comune
Torino
Provincia
TO
Sito web
Telefono
011 4429518 (centralino), 011 4429595 (segreteria)

Orario

Date
19/12/2017 - 30/04/2018
Orario

martedì-domenica: 10.00-18.00 (la biglietteria chiude un’ora prima)

lunedì: chiuso

Tariffe

Tariffa evento

intero: € 10,00

ridotto: € 8,00

Abbonamento Musei
ingresso libero

Attività simili

Dopo il weekend dell’Epifania i musei di Saluzzo effettueranno nuovamente un periodo di chiusura parziale.Dall’8 gen...
Leggi di più...
Tornano le visite guidate dedicate agli Abbonati che la Reggia di Venaria propone ogni giovedì oltre l'orario di ape...
Leggi di più...
In occasione della mostra Gianfranco Ferrè sotto un'alta Luce: Gioielli e Ornamenti Palazzo Madama ha in programma u...
Leggi di più...
Un ciclo di conferenze nel segno del lusso per raccontare piaceri e passatempi di ricchi e potenti residenti o in vi...
Leggi di più...