CASTELLO DEI PRINCIPI D'ACAIA

Descrizione

Il Castello dei principi d'Acaia è il simbolo di Fossano. Fu edificato come struttura difensiva da Filippo I d’Acaia tra il 1324 e il 1332. Estintasi la dinastia, la fortezza passò ai Savoia e venne trasformata in residenza signorile.

Nel Cinquecento ospitò Bona di Savoia, vedova di Galeazzo Sforza e, negli anni Quaranta del secolo successivo, Madama Cristina di Francia. A fine Seicento mutò destinazione d’uso: prigione per i valdesi tra il 1686 e il 1687, poi caserma e carcere.

Nei loggiati cinquecenteschi oggi ha sede la biblioteca cittadina, e un fondo storico di circa 15.000 testi. Durante il percorso si può ammirare la Sala delle Grottesche, affrescata da Giovanni Caracca la salita alla torre panoramica permette di concludere la vista con una impareggiabile vista sul Monviso e sull'arco alpino. Il cortile interno e la sala al pianterreno ospitano attività culturali, convegni, mostre e concerti.

In abbonamento

Vota il museo

CASTELLO DEI PRINCIPI D'ACAIA
CASTELLO DEI PRINCIPI D'ACAIA
  • Attualmente 5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 5/5 (2 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Condividi   

Info

Stato
Aperto
Indirizzo
Piazza Castello
Comune
Fossano
Provincia
CN
Telefono
0172 60160 (Ufficio Turistico)

Orario

Orario

Fino all'8 dicembre 2017: 

mercoledì-domenica: visite guidate ore 11.00 e 15.00
le visite saranno garantite agli stessi orari anche lunedì e martedì 24 e 25 aprile e lunedì 1° maggio

chiuso lunedì e martedì

* Per aperture e chiusure straordinarie e durante le festività contattare il museo.

Tariffe

Ingresso intero

ingresso gratuito

Accessibilità
Disponibilità disabili
In parte
Tariffa disabili

Gratuito

Disabili mezzi pubblici

Si. La stazione ferroviaria cittadina dista 500 metri, fermata autobus a 150 metri.

Parcheggio disabili

Antistante il Castello, parcheggio a pagamento dalle ore 8 alle 12.30 e dalle ore 14.30 alle 20 dal lunedì al sabato. Gratuito nei giorni festivi.

Ingresso disabili

Partenza visite guidate: sportello dell’Ufficio Turistico presso la torre est del Castello.

Percorso museale disabili

La prima parte della visita, dopo un rapido resoconto dei 7 secoli di storia del maniero nel cortile interno, prevede il raggiungimento dei loggiati del ‘500. Su prenotazione possibilità di utilizzo ascensore. Dopo la narrazione di alcuni episodi salienti riguardanti i personaggi che vissero in Castello, si procede con la visita alla sala delle grottesche. La seconda parte della visita – sconsigliata a persone cardiopatiche, con difficoltà motorie e respiratorie, donne in gravidanza e ipovedenti - comprende la salita alla torre panoramica tramite una scala a chiocciola (un centinaio di scalini irregolari) e l’attraversamento dei camminamenti di ronda.

Ascensore disabili

Sì (1° Piano), su richiesta.

Uscita di sicurezza disabili

Uscite di sicurezza non accessibili per disabili. La segnalazione anti-incendio è sonora e visivo-luminosa.

Servizi museo disabili

Visita al primo piano del Castello.

Servizi igenici disabili

I servizi igienici del Castello non sono a norma per i disabili.

Servizi
Bookshop
No
Disponibilità audioguide
No
Audioguide a pagamento
No
Visite
Disponibilità visite di gruppo
Si
Prenotazione visite di gruppo
Si
Telefono per visite di gruppo

Tel. 0172 60160; mail: iatfossano@cuneoholiday.com

Disponibilità visite orari fissi
Visite orari fissi prenotazione
Consigliata per gruppi di almeno 12 persone.
Visite orari fissi telefono

Tel. 0172 60160; mail:  iatfossano@cuneoholiday.com

Visite orari fissi orario

Partenza visite guidate alle ore 11.00 e alle ore 15.00
le visite guidate sono gratuite

Musei simili

La Villa della Regina è una villa seicentesca inserita nel circuito delle Residenze sabaude in Piemonte e dal 1997 è...
Leggi di più...
Casa Cavassa è considerato uno degli esempi più belli di dimora nobiliare di epoca rinascimentale del Piemonte, fu t...
Leggi di più...
L’Antico Palazzo del Comune di Saluzzo è sede della Pinacoteca dedicata a Matteo Olivero, figura di spicco del divis...
Leggi di più...
Il Forte di Bard, rimasto pressoché intatto dal momento della sua costruzione, rappresenta uno dei migliori esempi d...
Leggi di più...

Nei dintorni