CASTELLO DI VOGOGNA

Le informazioni sono in costante aggiornamento, per maggiori dettagli contattare il museo

Descrizione

Il castello di Vogogna, costruito in posizione elevata rispetto al borgo, con la sua torre semicircolare domina tutto il paese. Committente della fortificazione, con ogni probabilità, fu Giovanni Visconti, il quale nel 1348 ampliò il castello addossando altri corpi di fabbrica al nucleo preesistente. Il castello nacque come presidio militare a difesa di tutta la valle ed in particolar modo del paese di Vogogna.

Nel 1328 infatti il piccolo centro divenne capitale dell'Ossola Inferiore, contrapposta a Domodossola che in quegli stessi anni rivestiva il ruolo di capitale dell'Ossola Superiore. Poco si sa relativamente ai danni riportati dalla fortificazione in seguito agli attacchi inferti nel 1360 dalla lega capeggiata dal marchese del Monferrato e nel 1374 dagli Spelocri. Nel 1798 il castello divenne proprietà comunale ed utilizzato come prigione. Chiuso al pubblico nel 1970, dopo un restauro iniziato nel 1990, è stato riaperto nel 1998. Dal 1998 al 2004 l'interno della struttura è stato completato con le nuove infrastrutture inaugurate il 4 giugno del 2005.

In abbonamento
Eventi

Vota il museo

CASTELLO DI VOGOGNA
CASTELLO DI VOGOGNA
  • Attualmente 3 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 2.9/5 (16 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Info

Indirizzo
Via Castello 6
Comune
Vogogna
Provincia
VB
Telefono
0324 347217 | Comune di Vogogna 0324 87200 | Ufficio Turistico (Valentina) 351 7578688

Orario

Orario

Il Castello è chiuso fino a nuove disposizioni

*dati aggiornati al 02/11/2020

* Per aperture e chiusure straordinarie e durante le festività contattare il museo.

Info biglietterie e prenotazioni

Modalità di accesso

La prenotazione è facoltativa ma obbligatoria qualora si desiderasse una visita guidata

Accessibilità

Museo accessibile a persone con disabilità

Tariffa d’ingresso dedicata ai disabili

Museo raggiungibile con mezzi pubblici

Presenza di fermate accessibili dei mezzi pubblici nei pressi del museo

Presenza degli stalli per il parcheggio delle persone con disabilità

Museo accessibile al disabile motorio

Presenza di un ingresso alternativo per i disabili

Ingresso per i disabili dotato di campanello

Percorsi museali dedicati

LEGGI INFO

Il percorso museale si svolge su tre piani collegati tra loro con scalini. C’è la possibilità di visitarli anche con un ascensore interno. L’accesso alle due torri è possibile solo mediante scalini.
Non è possibile la visita per i disabili con carrozzina 

Museo dotato di ascensore

Ascensore dotato di pulsantiera in Braille

Ascensore dotato di annuncio vocale del piano

Museo dotato di uscite di sicurezza utilizzabili dai disabili motori

Impianti visivi o acustici per la comunicazione di informazioni in situazioni di pericolo

Servizi del museo

LEGGI INFO

È prevista la possibilità di prenotare visite guidate o attività laboratoriali

Servizi igienici dedicati per le persone con disabilità

Audioguide o supporti alla visita appositamente pensati per persone con disabilità

Legenda

  • si
  • no
  • in parte
  • non specificato
  • leggi info

Musei della stessa provincia

Musei simili

Il complesso settecentesco, sito storico tra i più importanti d’Italia, comprende il castello, la tomba (monumento n...
Leggi di più...
Il palazzo Falletti di Barolo è una dimora patrizia di Torino. È sede dell'Opera Barolo che, secondo il testamento d...
Leggi di più...
La torre, restaurata tra 1997 e 1999, ha base quadrata con lato di metri cinque e novanta all'esterno e tre e trenta...
Leggi di più...
Conosciuto come “la muraglia piemontese”, il Forte di Fenestrelle è un complesso fortificato unico in Europa. L'impo...
Leggi di più...

Nei dintorni

ll Museo Walser è un museo etnografico volto alla valorizzazione, lo studio e restituzione della memoria della comun...
Leggi di più...
Nato nel 1909 come Museo Storico Artistico del Verbano e delle Valli adiacenti per volontà di Antonio Massara. Nel 1...
Leggi di più...