ECOMUSEO DELLA PIETRA DA CANTONI

Le informazioni sono in costante aggiornamento, per maggiori dettagli contattare il museo

Descrizione

L’Ecomuseo della Pietra da Cantoni racconta e valorizza la particolarità e l’unicità della vita e del paesaggio del Monferrato Casalese, promovendo iniziative volte al suo recupero non solo come testimonianza storica e di vita famigliare e sociale, ma anche per rivitalizzare e reinterpretare il ruolo funzionale ed economico rispetto all’attività tipiche di questo territorio. Questo paesaggio collinare è fortemente connotato rispetto al resto del Monferaato dalla usa geologia: vi affiorano rocce del periodo miocenico, la Pietra da Cantoni, un'arenaria che ha condizionato e ancora oggi influenza il territorio.

Intimamente legati alla cultura del vino e all'esistenza delle arenarie, facilmente lavorabili, sono gli Infernot piccoli vani ipogei interamente scavati nella Pietra da Cantoni. Si tratta di un’appendice della cantina, priva di luce ed aerazione naturale, ubicata comunemente sotto le case, i cortili e talvolta le strade delle nostre colline. Sono vere e proprie opere d’arte, capolavori architettonici, nati dalla tradizione e dal sapere contadino, realizzati nei lunghi inverni, non da semplici cavatori ma da scultori Monferrini, veri artisti rimasti anonimi nella quasi totalità dei casi.

Gli infernot sono di diverse tipologie monocamera, multicamera o a corridoio. Hanno finiture differenti: lisciati, a spacco naturale o con picconatura a vista; l’alloggiamento delle bottiglie varia: a nicchie, gradinate o a piani continui. Alcuni sono impreziositi da decorazioni, altri addirittura hanno un tavolo, che non è mai un elemento aggiunto ma scavato nella pietra.

Ogni infernot è un’opera unica realizzata dalla maestria di persone comuni, è un manufatto che rappresenta in sintesi il patrimonio materiale ed immateriale del nostro Monferrato. Molti sono gli infernot presenti sul territorio, 47 sono quelli censiti a partire dal 2002 dall’Ecomuseo della Pietra da Cantoni in collaborazione’Istituto Superiore Statale Leardi di Casale Monferrato.

Presso la sede dell'Ecomuseo a Cella Monte e a Vignale Monferrato il pubblico ne può visitare due.

In abbonamento
Eventi

Vota il museo

ECOMUSEO DELLA PIETRA DA CANTONI
ECOMUSEO DELLA PIETRA DA CANTONI
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Info

Indirizzo
Ecomuseo: Piazza Vallino; Infernot Belvedere: via Bergamaschino 7 (edificio delle scuole medie)
Comune
Ecomuseo: Cella Monte; Infernot Belvedere: Vignale Monferrato
Provincia
AL
Telefono
0142 488161 (Comune di Cella Monte)

Orario

Orario

Ecomuseo di Cella Monte:
lunedì-venerdì: 9.00-12.00
domenica: 10.00-12.00; 15.00-17.00

Infernot di Vignale Monferrato:
domenica: 15.00-17.00

Il museo potrebbe essere chiuso e/o gli orari modificati a causa dell'emergenza Covid-19. Per maggiori dettagli contattare il museo

* Per aperture e chiusure straordinarie e durante le festività contattare il museo.

Musei della stessa provincia

Fotogallery

Musei simili

Costruita a 1.000 metri di quota, dopo la metà del Settecento, la Trappa di Sordevolo è chiamata così perché ospitò...
Leggi di più...
Il Centro di documentazione di Netro, raccoglie attrezzi prodotti dalle Officine Rubino, disegni, campionari, e macc...
Leggi di più...
La fucina Morino del 1689 è l'ultima rimasta delle tante fucine a conduzione famigliare che caratterizzavano la Vall...
Leggi di più...
L'Oasi Zegna è un’area montana protetta estesa per circa 100 km2 e attraversata dalla strada Panoramica Zegna, reali...
Leggi di più...

Nei dintorni