GAM - GALLERIA CIVICA D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

Descrizione

La GAM, ricca di una collezione che comprende oltre 45.000 opere di arte moderna e contemporanea, periodicamente ripropone nuovi allestimenti; attualmente i quattro temi per una diversa rilettura dei suoi capolavori sono Infinito, Velocità, Etica e Natura. I percorsi scelti, che seguono i quattro corridoi del primo e secondo piano, presentano alcune opere d'arte già esposte in passato, altre invece sono tra le acquisizioni più recenti del museo provenienti da collezioni diverse, nuovi acquisti o dai depositi stessi del museo.

Infinito: l’opera d’arte risponde all'indagine tra finito e infinito con scenari maestosi, carichi di drammaticità. Tra gli artisti esposti: Pellizza da Volpedo, Piero Manzoni, Lucio Fontana, Michelangelo Pistoletto.

Velocità: passando attraverso la velocità raccontata dall’incidente automobilistico di Andy Warhol e alla grande ruota di sedie di Marc Andrè Robinson, si raggiunge la sala dedicata ai ritmi musicali. Il Futurismo è rappresentato da due opere di Giacomo Balla e Umberto Boccioni. Conclude il percorso l’automobile Rajo Jack di Salvatore Scarpitta.

Etica: il percorso affronta declinazioni diverse di questa ricerca filosofica; dall’architettura all’ambiente giungendo ad indagare l’etica religiosa. Un percorso ricco di opere, artisti come Nicola de Maria e Christian Boltanski; dai capolavori di Amedeo Modigliani e Antonio Canova ad un nucleo di opere di Felice Casorati per arrivare ad una delle più recenti acquisizioni, The Communicator di Marina Abramović.

Natura: la natura viene esplorata attraverso la rappresentazione degli elementi naturali essenziali, le nature morte, i processi di trasformazione della natura, la natura “meccanica” o artificiale. Molti gli artisti in esposizione: Antonio Fontanesi, Josè Maria Sicilia, Filippo de Pisis, Medardo Rosso, Mario Merz, Fortunato Depero, Fernand Leger, Giorgio De Chirico.

La GAM è sede di mostre temporanee, workshop, conferenze, eventi, attività didattiche e attività per le famiglie.

In abbonamento

Vota il museo

GAM - GALLERIA CIVICA D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
GAM - GALLERIA CIVICA D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA
  • Attualmente 3.5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 3.7/5 (7 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Condividi   

Info

Stato
Aperto
Indirizzo
Via Magenta, 31
Comune
Torino
Provincia
TO
Telefono
011 4429518 (centralino), 011 4429595 (segreteria)
Sito web

Orario

Orario

martedì-domenica: 11.00-19.00
lunedì: chiuso

Dal 3 ottobre 2016:

martedì a domenica: 10.00 - 18.00 

Lunedì: chiuso 

* Per aperture e chiusure straordinarie e durante le festività contattare il museo.

Tariffe

Ingresso intero

€ 10,00

Ingresso ridotto

€ 8,00 (18-25 anni e over 65)

Ingresso gratuito

Primo martedì del mese, minori di anni 18, giornalisti iscritti all’albo, guide turistiche, possessori di tessera ICOM, visitatori portatori di handicap e un familiare o altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza si servizi di assistenza socio-sanitaria

Accessibilità
Disponibilità disabili
Si
Tariffa disabili

Gratuito per disabile e accompagnatore.

Disabili mezzi pubblici

È possibile raggiungere il museo con i mezzi pubblici. autobus 52, 64, 68, 5, 5/ 33, 33/, 11, STAR 1 tram 1, 9, 15 metropolitana fermate VINZAGLIO, RE UMBERTO

Parcheggio disabili

Il museo non è dotato di parcheggio.si segnala la presenza di un parcheggio pubblico nelle vicinanze.

Ingresso disabili

L’ingresso principale è accessibile al disabile motorio, la porta misura 1,2 m di larghezza. Accanto alle sale è presente una passerella in cemento con corrimano.

Percorso museale disabili

Il museo si sviluppa al primo e al secondo piano, le mostre temporanee sono al primo piano e al piano interrato; non sono presenti ostacoli per la mobilità nell’intero percorso espositivo. Nel programma educativo per studenti e pubblico adulto sono previste attività specifiche per diverse abilità e visite guidate con servizio d'interpretariato Lis per i non udenti, percorsi tattili per i non vedenti e laboratori specifici di più incontri per disabili psichici.

Ascensore disabili

Il museo è dotato di ascensore provvisto di numerazione in rilievo ed in braille sui pulsanti di comando.

Uscita di sicurezza disabili

Le uscite di sicurezza non sono accessibili al disabile motorio, in quanto per conformazione strutturale presentano dei gradini davanti alle porte. La segnalazione antincendio è sonora e visivo-luminosa.

Servizi museo disabili

Biglietteria, caffetteria e bookshop e sala conferenze sono accessibili. Lo spazio interno del bookshop è limitato. È possibile prenotare visite guidate Tel. 0115211788. Il museo è dotato di un proprio sito internet che fornisce anche indicazioni specifiche sulle attività didattiche, nella sezione EDUCATION www.gamtorino.it. E' inoltre possibile acquistare on-line alcune edizioni letterarie pubblicate dal museo.

Servizi igenici disabili

Sono presenti dei servizi igienici a norma per i disabili.

Servizi
Bookshop
Si
Punti di ristoro
Caffetteria
Disponibilità audioguide
No
Audioguide a pagamento
No
Visite
Disponibilità visite di gruppo
Si
Prenotazione visite di gruppo
Si
Telefono per visite di gruppo

011 5211788

Disponibilità visite orari fissi
Visite orari fissi prenotazione
Facoltativa
Visite orari fissi telefono

011 5211788

Visite orari fissi orario

16.00

Musei simili

La casa-studio di Giuseppe Pellizza da Volpedo è un atelier fatto costruire dal pittore nel 1888 e successivamente a...
Leggi di più...
Fin dalla sua nascita, avvenuta nel 1995, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo si occupa di diffondere l’interesse...
Leggi di più...
Cittadellarte-Fondazione Pistoletto viene istituita nel 1998 come attuazione concreta del Manifesto Progetto Arte, c...
Leggi di più...
Il Filatoio di Caraglio è la “fabbrica da seta” più antica conservata in Europa e rappresenta un caso unico nel cont...
Leggi di più...

Nei dintorni

Il Museo del Carcere "Le Nuove", istituzione di tipo storico, è situato presso l'ex carcere di Torino, detto appunto...
Leggi di più...
Fin dalla sua nascita, avvenuta nel 1995, la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo si occupa di diffondere l’interesse...
Leggi di più...
La Fondazione, intitolata a Mario Merz, nasce come centro d’arte contemporanea nel 2005, con l’intento di ospitare m...
Leggi di più...