MUSEO CIVICO E GIPSOTECA BISTOLFI

Descrizione

Il Museo Civico ha sede nell’antico convento agostiniano di Santa Croce che conserva, nei due chiostri, decorazioni ad affresco realizzate da Guglielmo Caccia detto il Moncalvo con l’aiuto di Giorgio Alberini. Ventiquattro sale ospitano più di cinquecento opere che costituiscono un ricco patrimonio legato alla storia cittadina e all’arte piemontese e lombarda.

Si articola in tre sezioni: la Pinacoteca, collocata al primo piano, espone una prestigiosa serie di dipinti con opere di Martino Spanzotti, Guglielmo Caccia detto il Moncalvo , Niccolò Musso ( Autoritratto ), Pietro Francesco Guala, Angelo Morbelli. Completano l’esposizione alcuni busti in marmo di epoca romana, sculture lignee antiche e ceramiche.

Fino al 29 settembre 2019 la Pinacoteca ospita la mostra temporanea “Angelo Morbelli pittore del Monferrato”, con opere del maestro divisionista provenienti da collezioni private.

Al piano terreno si trovano le cinque sale della Gipsoteca Leonardo Bistolfi (1859-1933), una delle poche collezioni italiane in grado di illustrare l’intero percorso creativo di uno scultore nella sua completezza. Sono esposte circa 170 opere del maestro simbolista di origine casalese che raggiunse fama internazionale: sculture in terracotta, terra cruda, plastilina, bozzetti e modelli in gesso, opere in marmo e bronzo e alcuni disegni e dipinti. Nel chiostro piccolo si può ammirare il portale rinascimentale proveniente dall’ex chiesa di Santa Maria di Piazza. 

Al piano ipogeo la sala espositiva ospita la mostra Carlo Vidua, una vita in viaggio. Dal Monferrato all’estremo Oriente con la straordinaria collezione etnografica pervenuta all’Amministrazione Comunale nel 1854 tramite lascito testamentario e attualmente conservata –pressochè inedita-nei depositi del Museo Civico. Carlo Vidua, a partire dal 1818 fino all’anno della sua morte, viaggiò instancabilmente per i cinque continenti, comprando, raccogliendo e recuperando ogni tipo di materiale, che lo incuriosiva e che potesse essere testimonianza del luogo e dei popoli appena visitati. Un patrimonio ingentissimo, tra oggetti, libri e taccuini, che oggi si trova conservato in diverse istituzioni piemontesi, diviso tra l’Accademia delle Scienze di Torino, il Museo Civico e la Biblioteca-Archivio Storico di Casale Monferrato.

Le sale del Museo ospitano attività  culturali, conferenze, concerti, percorsi educativi e didattici.

In abbonamento

Vota il museo

MUSEO CIVICO E GIPSOTECA BISTOLFI
MUSEO CIVICO E GIPSOTECA BISTOLFI
  • Attualmente 4.5 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 4.3/5 (3 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Condividi   

Musei della stessa provincia

Torna a tutte le Province

Info

Stato
Aperto
Indirizzo
Via Cavour, 5
Comune
CASALE MONFERRATO
Provincia
AL
Telefono
0142 444309 (biglietteria) | 0142 444249 (uffici del Museo)

Orario

Orario

giovedì: 8.30-12.30; 14.30-16.30

venerdì, sabato, domenica e festivi: 10.30-13.00; 15.00-18.30

Chiuso: 25 dicembre e 1° gennaio

* Per aperture e chiusure straordinarie e durante le festività contattare il museo.

Tariffe

Ingresso intero

€ 5,00

Ingresso ridotto

€ 3,50 (over 60 anni)

€ 2,50 gruppi superiori a 10 persone        

Ingresso gratuito

ragazzi fino a 16 anni (senza attività didattica), titolari tessera MOMU, giornalisti, disabili, accompagnatori disabili

Accessibilità
Sito accessibile
Si
Tariffa

Gratuito disabile e accompagnatore

Mezzi pubblici

E’ possibile raggiungere il museo con i mezzi pubblici.

Parcheggio

Il museo non è dotato di un proprio parcheggio, viene segnalata la presenza di parcheggi pubblici a circa 150 m dal museo. Su richiesta telefonica è possibile accedere con l’automobile, nel cortile interno del museo, in modo da sostare e far scendere l’utente disabile il più vicino possibile all’ingresso.

Ingresso

L’ingresso principale del museo è accessibile al disabile motorio.

Percorso museale

L’esposizione del museo è strutturata in parte al piano terra e in parte al primo piano. Il disabile motorio può accedere e visitare interamente il chiostro grande, il chiostro piccolo, la Gipsoteca Bistolfi al piano terra; la Pinacoteca al primo piano è accessibile ad esclusione della Galleria dell’800.

La Sala dedicata alla mostra Vidua, non è accessibile ai disabili.

Ascensore

Il museo è dotato di ascensore.

Uscita di sicurezza

Sono presenti delle uscite di sicurezza, al piano terra accessibili al disabile motorio.

Servizi museo

Sono presenti e accessibili al disabile i servizi di biglietteria e book shop. Il museo è dotato di un riferimento nel sito internet del Comune. E’ possibile prenotare visite guidate.

Servizi igenici

Sono presenti dei servizi igienici a norma per i disabili.

Servizi
Bookshop
Si
Disponibilità audioguide
No
Audioguide a pagamento
No
Visite
Disponibilità visite di gruppo
Si
Prenotazione visite di gruppo
Si
Telefono per visite di gruppo

0142 444249, 0142 444309

Disponibilità visite orari fissi
Visite orari fissi prenotazione
No, salvo indicazioni specifiche
Visite orari fissi telefono

0142 444249, 0142 444309

Servizi disponibili per famiglie e bambini

Accessibilità fisica

Accessibilità interna
Accessibilità esterna

Aree dedicate

Area relax/allattamento
Area dedicata ad attività per bambini

Orari e biglietti

Accesso libero con Passaporto Culturale

Servizi per la visita

Fasciatoio
Scaldabiberon / Scaldavivande
Tappetini

Requisiti del museo a misura di famiglia e bambini

Accessibilità fisica

Aree dedicate

Orari e biglietti

Servizi per la visita

Fotogallery

Musei simili

Il Museo d’Arte Contemporanea Internazionale Senza Tendenze nasce da un’idea dell’artista Omar Ronda, dalla sensibil...
Leggi di più...
Il Museo all’aperto di Maglione (TO) nato come Associazione senza scopo di lucro. Inizia la sua operatività nel 1985...
Leggi di più...
Il MIAAO - Museo Internazionale di Arte Applicata Oggi rappresenta l'unico museo italiano dedicato alle arti applica...
Leggi di più...
Il Divisionismo è nato nell’ultimo decennio dell’Ottocento dalle istanze innovative della tecnica pittorica introdot...
Leggi di più...

Nei dintorni