MUSEO DEL RISORGIMENTO DI ASTI

Le informazioni sono in costante aggiornamento, per maggiori dettagli contattare il museo

Descrizione

Per i 150 anni dell’Unità d’Italia il Comune di Asti ha realizzato una duplice operazione: la riapertura del Museo del Risorgimento a Palazzo Ottolenghi e l’avvio, proprio in funzione di tale allestimento, di un progetto complessivo di recupero dello storico edificio. In linea con tale prospettiva, l’allestimento ha coniugato la miglior leggibilità dei pezzi con l’intatta leggibilità degli spazi architettonici che li accolgono.

Inoltre la nuova collocazione delle collezioni risorgimentali ha saldato anche fisicamente il legame ideale già sotteso tra contenuto e contenitore: infatti proprio a Leonetto Ottolenghi, l’esponente più noto della famiglia di origine ebraica che dà nome al Palazzo, si deve il nucleo originario del Museo, ovvero i ritratti dei protagonisti del Risorgimento ed i quadri delle battaglie, da lui voluti e finanziati per le celebrazioni del cinquantenario dello Statuto Albertino (1898).

Oltre alla collezione dei dipinti (tele di Pontremoli, Morgari, Cerruti Bauduc, Pittatore, Arri, Badoni, ambito lombardo), nel Museo sono esposte 9 bandiere di società di mutuo soccorso (delle 39 che compongono la raccolta); una scelta della collezione di armi; un cospicuo numero tra medaglie e monete ed una copiosa raccolta di cimeli. Il tutto corredato da pannelli didattici e supporti multimediali che guidano alla lettura degli oggetti senza però indulgere a effetti di spettacolarizzazione.

Dal salone delle collezioni risorgimentali (al piano terreno) si può poi scendere direttamente nel rifugio antiaereo (secondo piano sotto terra), anch’esso accuratamente recuperato in questo primo lotto di restauri. In quest’ambiente, in grado di comunicare emozioni forti, una proiezione di venti minuti ripercorre la storia dei rifugi antiaerei e le vicende di Asti nel periodo bellico. Risaliti nelle sale espositive del primo piano interrato, una serie di pannelli didattici e di vetrine completano la storia della Città nella prima e seconda guerra mondiale.

Nell’allestimento del Museo particolare attenzione è stata rivolta ai visitatori con disabilità. Per le persone con ridotte o impedite capacità motorie una postazione multimediale illustra tutto quanto è visibile ai piani interrati ed un filmato propone la visita virtuale del rifugio antiaereo e delle sale al primo piano interrato. Due postazioni visivo-tattili sono invece a disposizione dei non vedenti per illustrare il Museo, le sale espositive e fornire le principali informazioni sull’Italia risorgimentale.

Il Museo è attualmente chiuso a tempo indeterminato per lavori di manutenzione straordinaria.

In abbonamento
Eventi

Vota il museo

MUSEO DEL RISORGIMENTO DI ASTI
MUSEO DEL RISORGIMENTO DI ASTI
  • Attualmente 3 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 3/5 (3 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Info

Indirizzo
Corso Alfieri, 350
Comune
ASTI
Provincia
AT
Telefono
0141 399555 | 399489 | 399466 | 437454

Orario

Orario

dal 20 giugno 2020

sabato-domenica: 15.00-18.00

Ultimo aggiornamento al 10/06/2020

* Per aperture e chiusure straordinarie e durante le festività contattare il museo.

Accessibilità

Museo accessibile a persone con disabilità

Tariffa d’ingresso dedicata ai disabili

Museo raggiungibile con mezzi pubblici

Presenza di fermate accessibili dei mezzi pubblici nei pressi del museo

Presenza degli stalli per il parcheggio delle persone con disabilità

Museo accessibile al disabile motorio

Presenza di un ingresso alternativo per i disabili

Ingresso per i disabili dotato di campanello

Percorsi museali dedicati

LEGGI INFO

L’esposizione del museo è strutturata al piano terreno.Una scala collega direttamente le sale al piano terra con il rifugio antiaereo (secondo piano interrato) e con le sale al primo piano interrato.Sia il rifugio antiaereo sia le sale al primo piano interraro non sono raggiungibili dai disabili motori.
Per queste persone una postazione multimediale, posta nel salone al piano terreno, illustra tutto quanto è visibile ai piani interrati ed un filmato propone la visita virtuale del rifugio antiaereo e delle sale al primo piano interrato. Inoltre, per le persone ipo/non vedenti sono a disposizione due postazioni che illustrano il Museo, le sale espositive e forniscono le principali informazioni sull’Italia risorgimentale.

Museo dotato di ascensore

Ascensore dotato di pulsantiera in Braille

Ascensore dotato di annuncio vocale del piano

Museo dotato di uscite di sicurezza utilizzabili dai disabili motori

Impianti visivi o acustici per la comunicazione di informazioni in situazioni di pericolo

Servizi del museo

LEGGI INFO

E’ accessibile il servizio di biglietteria. Il museo è dotato di un riferimento nel sito internet del Comune. E’ possibile prenotare visite guidate.

Servizi igienici dedicati per le persone con disabilità

Audioguide o supporti alla visita appositamente pensati per persone con disabilità

Legenda

  • si
  • no
  • in parte
  • non specificato
  • leggi info

Musei della stessa provincia

Fotogallery

Musei simili

Il palazzo, fatto costruire da Lodovico d’Acaja, ospita la mostra archeologica permanente La necropoli della Doma ro...
Leggi di più...
La Fondazione Accorsi – Ometto è un museo di arti decorative nato nel 1999 dal lascito dell’antiquario torinese Piet...
Leggi di più...
Il Museo di Antichità è stato creato nel 1940 con la separazione delle collezioni egizie (andate a comporre la base...
Leggi di più...
Il Civico Museo Archeologico di Acqui Terme, ospitato nel medievale Castello dei Paleologi, espone una ricca serie d...
Leggi di più...

Nei dintorni