MUSEO ETNOLOGICO MISSIONARIO

Descrizione

Il museo etnologico espone materiale realizzato e usato dai diversi popoli dei quattro continenti extraeuropei, raccolto dai missionari salesiani, e comprende una raccolta di oltre 10.000 rarità. Dato il gran numero di pezzi e la diversità delle culture rappresentate, il museo costituisce una delle più importanti raccolte missionarie in Italia.

Il continente più rappresentato è l’America con 4.000 pezzi. Il Sudamerica, costituisce il nucleo centrale e più antico della raccolta con numerosi pezzi provenienti da diversi gruppi indigeni di Brasile, Venezuela, Ecuador e Terra del Fuoco. In particolare, il materiale raccolto tra i Bororo del Mato Grosso, in Brasile, è espressione di arte plumaria di destinazione funeraria e oggetti di uso quotidiano e rappresenta la seconda collezione al mondo.

Seguono le collezioni provenienti dal Rio Negro (Brasile) e il materiale raccolto in Patagonia e Terra del Fuoco, che si può considerare unico, dato che si parla di popolazioni estinte. La collezione africana (di circa 900 unità) riflette la storia relativamente recente delle missioni salesiane nel continente. La collezione cinese si compone di acquarelli su carta di riso, statuine votive, abiti e ornamenti tradizionali e svariati altri oggetti espressione della cultura e della religiosità locale. La collezione giapponese annovera poi una discreta raccolta di bambole in carta, stoffa, gesso e paglia destinate in origine alle cerimonie domestiche, le feste shintoiste dedicate alle bambine e ai bambini. Le collezioni provenienti dal Sud Est Asiatico e dall’India presentano svariati oggetti di uso rituale e domestico quali utensili in fibra vegetale (ceste, setacci e coperture per la pioggia), ornamenti in materiale animale composito (zanne di cinghiale, di tigre e di elefante, lana di capra, conchiglie ed insetti), abiti e accessori che riflettono l’estetica e la struttura socio-economica delle etnie locali.

Il museo organizza attività didattiche dedicate ai bambini.

In abbonamento

Vota il museo

MUSEO ETNOLOGICO MISSIONARIO
MUSEO ETNOLOGICO MISSIONARIO
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Condividi   

Musei della stessa provincia

Torna a tutte le Province

Info

Stato
Aperto
Indirizzo
Colle Don Bosco - Frazione Morialdo, 30
Comune
CASTELNUOVO DON BOSCO
Provincia
AT
Telefono
011 9877229, 011 9877168

Orario

Orario

Novembre-marzo: 

martedì-sabato: 10.00-12.00; 14.30-17.00

domenica: 10.30-12.30; 14.00-17.30

ultimo ingresso: 16.45 in settimana; 17.15 domenica;

Aprile-ottobre:

martedì-sabato: 10.00-12.00; 14.30-18.00

domenica: 10.30-12.30; 14.00-18.00

ultimo ingresso: 17.45

* Per aperture e chiusure straordinarie e durante le festività contattare il museo.

Tariffe

Ingresso intero

Gratuito

Accessibilità
Sito accessibile
Si
Tariffa

Gratuito

Mezzi pubblici

E’ possibile raggiungere il museo con i mezzi pubblici.

Parcheggio

Il museo è dotato di parcheggio.

Ingresso

L’ingresso principale del museo non è accessibile al disabile motorio per la presenza di scale, è previsto un ingresso alternativo, segnalato dal personale.

Percorso museale

L’esposizione del museo è strutturata al piano terra e al primo piano, non sono presenti ostacoli per la mobilità lungo il percorso espositivo.

Ascensore

Il museo è dotato di ascensore riservato ai disabili, sprovvisto di numerazione in braille sui pulsanti interni.

Uscita di sicurezza

Sono presenti delle uscite.

Servizi museo

Il museo è dotato di un proprio sito internet (www.memcolledonbosco.it). E’ possibile prenotare visite guidate.

Servizi igenici

Non sono presenti dei servizi igienici all’interno del museo.

Servizi
Bookshop
No
Punti di ristoro
Si
Disponibilità audioguide
No
Audioguide a pagamento
No
Visite
Disponibilità visite di gruppo
Si
Prenotazione visite di gruppo
Si
Telefono per visite di gruppo

011 9877229; 011 9877168

Eventi

Musei simili

Il complesso del Mulino Susta è costituito da un’insieme di edifici costruiti a partire dal ‘600. In origine era for...
Leggi di più...
L’Ecomuseo promuove la scoperta del territorio attraverso due importanti testimonianze che raccontano la vita dei mo...
Leggi di più...
Costruita a 1.000 metri di quota, dopo la metà del Settecento, la Trappa di Sordevolo è chiamata così perché ospitò...
Leggi di più...
Il Centro di documentazione di Netro, raccoglie attrezzi prodotti dalle Officine Rubino, disegni, campionari, e macc...
Leggi di più...

Nei dintorni