Autunno 2020 | Le mostre da non perdere

13/09/2020

Finite le vacanze è il momento di tornare in città e, tra le tante cose che vi attendono per questo rientro, ci sono ovviamente le numerose mostre comprese in Abbonamento Musei. 

Ecco un promemoria sulle mostre in corso per non rischiare di perdere neanche uno dei grandi appuntamenti con l'arte.

  • Capa in Color
    Le Sale Chiablese dei Musei Reali di Torino ospitano Capa in color: per la prima volta in Italia saranno in mostra oltre 150 immagini a colori di Robert Capa, il celebre fotografo ungherese naturalizzato statunitense.
  • Incēnsum
    Al Museo di Antichità è in corso la mostra Incēnsum, dedicata alla Via dell’Incenso: un percorso espositivo attraverso reperti e opere collegati all’uso dell’incenso nei secoli, dalla Mesopotamia all’Estremo Oriente.
  • Argenti preziosi a Palazzo Madama
    L’esposizione propone una selezione di lavori d’argento dalle collezioni di Palazzo Madama e traccia la storia dell’argenteria in Piemonte dal primo Settecento alla fine dell’Ottocento. Il Museo propone inoltre, fino al 18 gennaio 2021, World Press Photo, la mostra di fotogiornalismo più importante al mondo
  • Helmut Newton. Works
    Fino all'8 novembre alla GAM di Torino vi attende la mostra Helmut Newton. Works a cura di Matthias Harder, curatore della Helmut Newton Foundation di Berlino. Esposti 68 incredibili scatti del grande fotografo tedesco tra cui il ritratto di Andy Warhol realizzato nel 1974 per Vogue Uomo e il bellissimo ritratto di Leni Riefenstahl realizzato nel 2000. 
  • Forma/Informe
    Sempre la GAM di Torino, negli spazi della Wunderkammer, propone Forma /Informe, la mostra dedicata alla nascita della fotografia non-oggettiva e informale in Italia. L’esposizione è “Un viaggio al termine della forma” della fotografia italiana del dopoguerra con bellissimi scatti di grandi fotografi come Giuseppe Cavalli, Luigi Veronesi, Franco Grignani, Paolo Monti e tanti altri.
  • Paolo Ventura. Carousel
    CAMERA – Centro per la Fotografia di Torino propone la mostra Paolo Ventura. Carousel, un percorso nell’eclettica carriera di uno degli artisti italiani più riconosciuti e apprezzati in Italia e all’estero. Esposte alcune delle opere più suggestive degli ultimi quindici anni in un percorso espositivo che comprende disegni, modellini, scenografie, maschere di cartapesta e costumi teatrali.
  • Le mostre del Museo Ettore Fico
  • Al MEF il visitatore è accolto da tre mostre: Reinas, Massimo Vitali. Costellazioni e le opere di  Nebojša Despotovic. The Golden Harp.
  • Cinemaddosso. I Costumi di Annamode da Cinecittà a Hollywood
    Il Museo del Cinema di Torino ha prorogato la mostra Cinemaddosso. I Costumi di Annamode da Cinecittà a Hollywood” L’esposizione, curata da Elisabetta Bruscolini, è un viaggio attraverso il talento, la creatività e la sapienza artigianale della Sartoria Annamode che, dagli anni ‘50, continua con passione a realizzare abiti che hanno reso i costumisti italiani famosi a livello internazionale.
  • Paolo Pellegrin. Un'antologia 
  • Dopo tre anni di lavoro sull’archivio nel 2018 nasce la mostra antologica di Paolo Pellegrin, noto fotografo della storica agenzia Magnum Photos. Vincitore di numerosi premi internazionali, con esposizioni che negli anni hanno scandito la sua crescita autoriale, lo ritroviamo adesso nelle Sale delle Arti della Reggia di Venaria in un suggestivo percorso immersivo.
  • Lancia Aurelia 1950-2020. Mito senza tempo
    Dedicata al modello tra i più moderni e raffinati della produzione italiana del dopoguerra e simbolo della crescita economica in quel periodo, la mostra ospitata al MAUTO racconta - con il contributo di 19 esemplari di serie e fuoriserie d’eccezione - l’evoluzione del modello presentato per la prima volta al pubblico proprio a Torino nel 1950. 
  • Giulio Paolini tra i maggiori esponenti dell'Arte Povera, è il protagonista di una mostra al Castello di Rivoli, in occasione dei suoi 80 anni.
  • Oliviero Toscani
    Il Castello di Miradolo, fino al 29 novembre, ospita una grande mostra sul fotografo Oliviero Toscani tra gli spazi della dimora, nella Serra e nel Parco.
  • Asti Città degli Arazzi
    Attraverso l’esposizione di 21 arazzi, Palazzo Mazzetti rende omaggio all’attività di Ugo Scassa e di Vittoria Montalbano, due delle più prestigiose manifatture astigiane protagoniste di un capitolo importante e unico nell’ambito del rapporto tra la città e l’ambiente artistico e culturale a partire dagli anni Sessanta del Novecento.

Scopri tutte le mostre in Abbonamento

Condividi   

Ultime news

Ai sensi del DPCM del 3 novembre 2020 e successive modifiche i musei sono temporaneamente chiusi.A partire dal 4 dic...
Leggi di più...
La campagna di raccolta fondi digitale Il Grande Assente è nata dal desiderio di contribuire a colmare un vuoto all’...
Leggi di più...
A giugno di quest’anno, Torino ha visto nascere un nuovo parco, particolare e unico nel suo genere. Il Precollinear...
Leggi di più...
Creatività e design nell’Alta Formazione italiana dal XV al XXI secolo.Una mostra “virtuale” dedicata all’eccellenza...
Leggi di più...