Palazzo Alfieri

22/07/2020

Il busto di Vittorio Alfieri, il celebre poeta astigiano nato 1749, fa capolino nel cortile del palazzo, ad accogliere il visitatore che è accompagnato alla scoperta degli ambienti dove visse fino ai primi cinque anni. Un’importante presenza in cortile è l’imponente platano (37 metri) piantato in occasione del primo centenario alfieriano (1849), e oggi incluso nell’elenco di alberi monumentali del Piemonte.

Il palazzo ospita al piano nobile gli appartamenti natali (la camera da letto è meta di visite dal 1827) ed è oggi allestita con l’arredamento della prima metà del XVIII secolo. Il percorso prosegue nelle sale del museo alfieriano seguendo le principali tappe della vita e del percorso formativo e artistico del poeta. Grazie ad alcuni touch screen è possibile accedere a suggestivi contenuti digitali. Al sontuoso palazzo barocco lega il proprio nome anche un altro membro della famiglia, Benedetto, zio di Vittorio e architetto di fama che ebbe modo di mettere mano ad alcune porzioni dell’edificio di origine medievale, riprogettandole (1736). Nell’edificio, inoltre, ha sede la Fondazione Eugenio Guglielminetti, intitolata a un’altra gloria locale: scultore e pittore formatosi con Felice Casorati, Guglielminetti (1921-2006) è soprattutto ricordato come uno tra i più importanti e prolifici scenografi e costumisti teatrali del secondo Novecento.

Condividi   

Ultime news

La VisitaTour guidato a cura di una naturalistaCon l’arrivo della bella stagione è piacevole poter passeggiare e ved...
Leggi di più...
Dal 14 al 30 maggio a Toolbox Coworking un programma di mostre, workshop ed eventi online dedicati al visual design...
Leggi di più...
Riaprono musei e mostre con ingressi contingentati, mascherine e misurazione della temperatura all’entrata: il sabat...
Leggi di più...
Tre appuntamenti primaverili in tre giardini storici della città legati indissolubilmente alle residenze per cui son...
Leggi di più...