Percorsi escursionistici tra risaie, vigne e cascine

Highlights 13/07/2020

Grazie alla Strada del Riso vercellese di Qualità si ha la possibilità di scoprire la vocazione risicola delle terre d’acqua del Vercellese. L’itinerario si snoda tra le caratteristiche grange, e tocca diversi punti d'interesse culturale: tra particolarmente interessanti è l’abbazia di Lucedio a Trino – fondata nel 1123 dai monaci cistercensi provenienti dalla Borgogna, che bonificarono il territorio e che, primi in Italia, diedero avvio alla coltivazione del riso a metà Quattrocento. Ancora oggi il Principato di Lucedio è un complesso di grande suggestione che conserva l'antico edificio medievale, il campanile e la sala capitolare. Suggestiva è anche la tenuta Veneria, dove nel 1949 fu girato il film Riso Amaro.

Il Vercellese fa parte di quelle zone attraversate nel 990 da Sigerico di Canterbury durante il lungo viaggio (79 giorni per 1.800 chilometri) che lo riportò verso la natìa Inghilterra da Roma, dove aveva ricevuto il Pallio Arcivescovile dal pontefice Giovanni XV. Ci fornisce la testimonianza più antica del tracciato della Via Francigena o Romea e fa menzione sia di Vercelli (Vercel, tappa XLIII) che di Santhià (Sca Agath, tappa XLIII).

Il Museo delle mondine è esempio di memoria storico-sociale, testimonianza di uno spaccato di vita che ha fatto la storia della Pianura Padana, allestito presso la Cascina Colombara di Livorno Ferraris (dove è possibile acquistare anche il riso della Bassa Vercellese).

Riconosciuto dall’UNESCO nel 2013, l’area del geoparco Sesia Val Grande fa parte dei Global Geoparks, la rete delle Riserve della Biosfera e del Patrimonio Immateriale UNESCO. Qui gli appassionati di vulcanologia possono addirittura vedere il sistema di alimentazione di un super vulcano fossile che si addentra nella terra fino a 25 chilometri di profondità!

Spostandosi nel novarese si possono scoprire le opere realizzate o progettate da Alessandro Antonelli, nato proprio a Ghemme. Percorrendo alcuni itinerari cicloturistici (di diversa difficoltà) si può cogliere, tra scenari naturali suggestivi, il contributo dato dall’ambizioso e originale architetto a questo angolo di Piemonte. I percorsi attraversano nove comuni da Romagnano a Ghemme, passando da Boca e Fontaneto d'Agogna. Da segnalare il ricetto di Ghemme, l'unico borgo fortificato ancora abitato dei quattro presenti in Piemonte, che conserva intatto il labirinto di stradine a ciottoli di fiume  e case in pietra decorate da pregevoli affreschi.

Un altro spunto di itinerari naturalistici sono quelli delle vie verdi novaresi tra cascine, risaie e piopppeti e la via dell’oro, percorribili a piedi o in biciletta. Questi ultimi partono dalla pianura di Novara per arrivare alle vette glaciali del Monte Rosa, costeggiando il lago d’Orta, per un tracciato di 150 km in 8 tappe.

Tra gli eventi estivi più noti sono in programma a settembre il Festival Alpà a Varallo,  con musica, eventi di magia, teatro, il carnevale estivo fino al 27 settembre, e per gli amanti del riso Exporice Novara, a kermesse di due giorni dedicata al riso con mercato del riso, spettacoli, show-cooking, presentazioni e mostre nel cortile del Castello Visconteo-Sforzesco (12-13 settembre 2020).

Condividi   

Ultime news

Gusta il teatro anche durante l’estate!Ami le storie e le emozioni dello spettacolo dal vivo? Non perderti la nostra...
Leggi di più...
Scegli la tua struttura di ospitalità ideale per il tuo prossimo fine settimana o la tua vacanza; acquistando la pri...
Leggi di più...
Sulla sponda sinistra del fiume Tanaro, la Cittadella di Alessandria non ha mai cessato di presidiare severa la Stra...
Leggi di più...
Il Forte di Gavi è una fortezza storica di tipo difensivo costruita dai genovesi su un preesistente castello di orig...
Leggi di più...